A casa tua il mutuo su misura.

I nostri consulenti ti assisteranno nell’intero percorso di richiesta del mutuo, dalle informazioni preliminari sino al momento del rogito.
Usufruirai dell’assistenza di un professionista pronto ad aiutarti e a dipanare ogni tuo dubbio.
Inserisci i tuoi dati e verifica in tempo reale
la fattibilità del tuo mutuo.

Finalità

Tipo di tasso

Valore immobile (€)

Importo richiesto (€)

Durata del mutuo (anni)

Data di nascita del richiedente

Provincia di residenza del richiedente


 
1

Indicaci le tue esigenze
e scopri i migliori mutui
proposti dalle nostre
banche partner.

2

Verifica la fattibilita
della tua richiesta
in tempo reale.

3

Prenota una consulenza a casa tua con uno dei nostri esperti.

NEWS dal mondo dei mutui

Crisi ucraina, alle imprese colpite aiuti sul credito
23 Settembre 2022   -  Crisi ucraina, alle imprese colpite aiuti sul credito

Contributi a fondo perduto fino a 400mila euro e garanzie fino al 90% a copertura di qualsiasi forma di finanziamento. Sono queste le misure straordinarie messe in campo per il 2022 da un nuovo decreto del ministero dello Sviluppo economico per contrastare le ripercussioni economiche negative subìte dalle imprese italiane, a causa della guerra in Ucraina e delle sanzioni imposte dall''Ue. Il tutto in attuazione dell''art. 18, comma 5 del decreto legge n. 50/2022 (dl «Aiuti»). Il testo del dm è stato intercettato da ItaliaOggi.


Le domande per ottenere le agevolazioni potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del decimo giorno successivo dalla data di pubblicazione del decreto (datato 9 settembre 2022) sul sito del MiSe (www.mise.gov.it) ed entro e non oltre il 30° giorno successivo alla medesima data di pubblicazione.

Nello specifico sono previsti contributi a fondo perduto fino a 400mila euro a favore delle imprese che hanno subito cali di fatturato di almeno il 30% a causa della contrazione della domanda, dell''interruzione di contratti e progetti esistenti e della crisi nelle catene di approvvigionamento. Le risorse stanziate per complessivi 130 mln di euro andranno ad alimentare il «Fondo per il sostegno alle imprese danneggiate dalla crisi ucraina», appositamente istituito a sostegno delle aziende che negli ultimi due anni hanno avuto rapporti commerciali con l''Ucraina, la Russia e la Bielorussia.


Requisiti per ottenere le sovvenzioni. Per incassare i contributi a fondo perduto del Fondo crisi Ucraina le imprese devono soddisfare due parametri. Devono, cioè:

aver realizzato negli ultimi due anni vendite di beni o servizi, acquisti compresi, nei confronti di Ucraina, Federazione russa e Repubblica di Bielorussia, pari almeno al 20% del fatturato;
aver incrementato del 30% rispetto al corrispondente periodo 2019, il costo di acquisto medio per materie prime e semilavorati del trimestre antecedente il 18/05/2022;
Le imprese costituite dall''1/1/2020, rispetto al costo di acquisto medio del corrispondente periodo del 2021, devono aver subito nel corso del trimestre antecedente il 18/05/2022 un calo di fatturato del 30% rispetto all''analogo periodo 2019.


Calcolo del contributo. I contributi saranno determinati applicando una percentuale alla differenza tra l''ammontare medio dei ricavi relativi al trimestre anteriore all''entrata in vigore del decreto e l''ammontare dei medesimi ricavi riferiti al corrispondente trimestre del 2019.

Le percentuali sono le seguenti:

a) 60% per i soggetti con ricavi 2019 non superiori a 5 mln;

b) 40% per i soggetti con ricavi 2019 superiori a 5 mln e fino a 50 mln;

c) per le imprese costituite dal primo gennaio 2020 il periodo di imposta di riferimento di cui alle lettere a) e b) è quello relativo all''anno 2021.


Le sovvenzioni non potranno comunque superare l''ammontare massimo di 400mila euro a beneficiario, nel rispetto dei limiti previsti dal Temporary framework sugli aiuti di stato dell''Unione europea.

Misure per la liquidità. Per favorire l''accesso al credito delle imprese, fino al 31 dicembre 2022 gli istituti di credito potranno ottenere da Sace e dal Fondo pmi garanzie fino al 90%, a copertura di qualsiasi forma di finanziamento per le aziende, inclusa l''apertura di credito documentaria finalizzata a supportare le importazioni verso l''Italia di materie prime o fattori di produzione la cui catena di approvvigionamento sia stata interrotta o abbia subito rincari a causa dalla crisi attuale.

Le garanzie copriranno, a prima richiesta, il capitale, gli interessi e gli oneri accessori fino all''importo massimo garantito.

Il decreto MiSe non consente il cumulo di agevolazioni sulle stesse spese, ma lo permette con altri aiuti, ai sensi e nei limiti di quanto previsto del punto 39 del quadro temporaneo sugli aiuti di stato.

La revoca dell''agevolazione scatterà in caso di: assenza di uno o più requisiti, o documentazione incompleta o irregolare; superamento di limiti e condizioni di cumulo; mancato svolgimento dei controlli per colpa del beneficiario; cessazione dell''attività.

Il testo del decreto su www.italiaoggi.it/documenti-italiaoggi

Mutuo prima casa under 36 - agevolazioni fino a dicembre
16 Settembre 2022 - Mutuo Prima casa Under 36 - agevolazioni fino a dicembre

In Italia, secondo una ricerca pubblicata nel 2020, quasi il 92% degli italiani e delle italiane ha una casa di proprietà, ma tra i giovani sotto i 36 anni la percentuale scende al 6%. In questo dato si possono leggere tante realtà, tra le principali la difficoltà a ottenere un mutuo.

Per poterti aiutare a superare questi ostacoli, lo Stato, con il Decreto Sostegni bis, ha ampliato le agevolazioni, favorendo in particolare i giovani che non hanno ancora compiuto 36 anni. La novità più importante riguarda l’aumento della garanzia statale sul mutuo per la prima casa, che può arrivare fino all’80% dell’importo finanziato, per mutui fino a 250.000 euro.

L’agevolazione riguarda i mutui ipotecari per il solo acquisto, anche con accollo da frazionamento (da costruttore), ovvero per l''acquisto con interventi di ristrutturazione e accrescimento dell''efficienza energetica, dell’immobile da te scelto sul territorio nazionale.

La garanzia può arrivare fino all’100% , comprensivo di oneri accessori, e se hai un ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) non superiore a 40.000 euro annui. L’ISEE è un documento che consiste nella somma di tutti i redditi, gli investimenti e le proprietà del nucleo familiare di cui fai parte. Può essere rilasciato ufficialmente da INPS, CAF e da centri di assistenza fiscale.

Se il tuo ISEE è superiore a 40mila euro annui, puoi accedere comunque al Fondo, con la garanzia che arriva fino al 50%.

Puoi accedere al Fondo di Garanzia sui mutui se non possiedi nessun altro immobile a uso abitativo, salvo il caso in cui abbia acquisito la proprietà per successione causa morte, anche in comunione con altro successore, e che l’immobile sia stato ceduto in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

La casa di tuo interesse deve trovarsi sul territorio nazionale e non deve essere né una abitazione signorile o di lusso, né una villa, e neanche un palazzo di pregio artistico o storico (sono escluse le categorie A1, A/8, A/9).

Potrai fare richiesta della garanzia statale sia se stai comprando una casa da un privato, sia se la acquisti da costruttore (accollo da frazionamento). In questo secondo caso, dovrai pagare il 4% di IVA, che ti sarà restituita come credito d’imposta che potrà essere utilizzato per ridurre le imposte dovute su atti, denunce e dichiarazioni dei redditi successivi alla data di acquisto o usato in compensazione tramite F24.

Per conoscere meglio il funzionamento dello strumento, chi può farne richiesta e quali priorità e condizioni di ulteriore beneficio sono previste per categorie specifiche di richiedenti, visita il sito Consap.

Poter accedere al Fondo statale vuol dire per te che il tuo mutuo verrà garantito dallo Stato.

Hai tempo fino al 31 dicembre 2022 per presentare alla banca la domanda per la Garanzia fino all''100% e ottenere questo supporto nell’acquisto della tua prima casa.

Documenti da presentare :

certificazione ISEE , documento d’identità , modulo compilato

Una volta che avrai inviato la documentazione alla banca, la stessa provvederà a inoltrarla a Consap che, entro 20 giorni, comunicherà alla banca l’ammissione alla garanzia. Entro i successivi 90 giorni la banca informerà Consap circa l’erogazione del mutuo garantito.

Oltre alle garanzie sul mutuo, tra gli ulteriori vantaggi statali sull’acquisto della prima casa sempre se sei under 36 e con un ISEE non superiore a 40.000 euro annui, c’è anche il fatto che non dovrai pagare le imposte di registro, ipotecaria, catastale e sostitutiva sull’apertura di mutui. Questo significa che, a seconda del valore dell’appartamento che acquisterai, potrai risparmiare centinaia o migliaia di euro. Altroconsumo, per esempio, ha calcolato che se la casa che vuoi comprare ha un valore di 115.550 euro al catasto, le tasse esentate saranno di circa 2.400 euro.

Puoi trovare tutte le informazioni dettagliate in questo documento dell''Agenzia delle Entrate o contattando un nostro consulente .

Attenzione, però: se fai richiesta di questa agevolazione senza rientrare nei requisiti, è prevista una sanzione, e dovrai versare le tasse con un aumento del 30% delle imposte.

FINIT MC SPA 
Finint Mediatore Creditizio S.p.a.

nasce il 1 febbraio 2011 con l'obiettivo di offrire ai privati e alle famiglie i migliori strumenti, anche tecnologici, per il confronto e la scelta delle proposte creditizie presenti sul mercato italiano.

Approfondisci
Hai qualche dubbio?
Chiamaci 800 55 75 55
Lun-Ven: 08.30-13.00 e 14.30-18.00
Num. verde Gratuito
 
...oppure Scrivici  
Sarai ricontattato entro otto ore da un nostro esperto
I nostri
consulenti
Scopri come
Le polizze
Mutuo Casa Tua
Scopri quali sono
Sei un Consulente del
Credito?
Entra nel nostro team
Tassi e indici di oggi 27/09/2022
Descrizione Valore
EURIBOR 3 MESI 1,153
EURIBOR 6 MESI 1,803
EURIBOR 1 MESE 0,698
Descrizione Valore
IRS 15 ANNI 2,790
IRS 20 ANNI 2,550
IRS 25 ANNI 2,340
IRS 30 ANNI 2,150
Descrizione Valore
BCE 0,000
Vedi tutti i tassi